Carlo Sarzana

Carlo Sarzana

Pubblicato il 15 maggio 2015

Dott. Carlo Sarzana di S.Ippolito

Presidente Aggiunto Onorario della Corte di Cassazione, iscritto nell’albo degli avvocati Cassazionisti, già Presidente dei Giudici delle Indagini preliminari di Roma.

Il 24 Luglio 2002 è stato nominato dai Ministri Stanca e Gasparri, componente del Comitato Interministeriale per la Sicurezza Informatica e delle Telecomunicazioni nella Pubblica Amministrazione.

Nel Novembre 2003 ha ricevuto l’incarico di Consulente Giuridico per la Sicurezza del CNIPA (Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione.

Laureato anche in Sociologia, dal 1978 al 1/03 1981 hadiretto l’Ufficio Studi e Ricerche della Direzione Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena.

Dal giugno 1981 ha diretto l’Ufficio Ricerche e Documentazione e l’Ufficio Monitoraggio della Direzione Generale degli Affari Penali, uffici poi unificati.
Nel novembre 1991 passò all’Ufficio Legislativo: nel novembre 1993 venne chiamato alGabinetto del Ministro dove prestò servizio sino al 12 febbraio 1994, data nella quale assunse l’incarico di Presidente Aggiunto della Sezione GIP presso il Tribunale di Roma.
E’ stato redattore capo negli anni 79 ed 80 della Rivista “RassegnaPenitenziaria e Criminologica” organo ufficiale dell’Amministrazione Penitenziaria. Ha svolto numerosi incarichi presso il Consiglio d’Europa: in particolare è stato Vice Presidente del Comitato di Espertiper lo studio della criminalità informatica e Vice Presidente delsuccessivo Comitato di Esperti per lo studio degli aspetti procedurali della lotta alla criminalità informatica, Comitati che elaborarono le importanti Raccomandazioni n.R(89) 9 e n.R(95)13.
In passato ha diretto due ricerche,finanziate dal C.N.R in materia fallimentare.
E’ stato coautore di alcuni dei volumi del Commentarioteorico-pratico alla legge fallimentare diretto da V.De Martino,ed.PEM. E’ autore di numerosi scritti su temigiuridici, sociologici e criminologici e di diritto dell’informatica.
Dal 1980 al 2000 ha collaborato con il Ministero della RicercaScientifica quale delegato presso l’OCSE, in numerosi gruppi di lavoro (esperti sul flusso transfontaliero dei dati, esperti per la redazione delle “guidelines” in tema di sicurezza informatica, esperti per la protezione del software,esperti per la tutela della privacy e della sicurezza informatica, esperti per la politica in tema di crittografia,ecc.) Dal 1993 sino al 2000 è stato membro dell Commissione Nazionale dei
Consulenti istituita presso il sopraccitato Ministero.

1. Dal 1977 al 1979 ha collaborato alla cattedra di sociologia del diritto della facoltà di sociologia dell’Università di Roma e nel 1986 ha svolto l’incarico di professore a contratto presso la cattedra di cui sopra per l’insegnamento della disciplina di vittimologia. Negli anni 1998 e 1999 è stato docente ai corsi di specializzazione in tecno-intelligence del SISDE: negli anni dal 1995 al 2000 è stato docenteai corsi di specializzazione ed aggiornamento in tema di accertamenti etecniche di indagine scientifica per Ufficiali dei Carabinieri.
Su incarico del CSM ha svolto la funzione di relatore in alcuni incontri distudio e di aggiornamento per magistrati (anni dal 1981 al 2001).
Dal 1985 al 1995 ha ricoperto l’incarico di docente per la materiaInformatica e banche dati presso la Scuola di Alto Perfezionamento per le Forze di Polizia.
E’ docente nel Master di diritto dell’Informaticaattivato presso l’Università LUMSA.

2. E’ stato membro di numerose Commissioni ministeriali: in particolare delle due Commissioni presiedute dal prof. G.Mirabelli e che hanno redatto due successivi disegni di legge per la protezione delle persone nei confronti delle banche automatizzate dei dati e della Commissione presieduta dal Direttore Generale Affari Penali e che ha preparato il disegno di legge per combattere la criminalità informatica, divenuto poi la legge 23/12/1993 n.547. E’ stato anche membro dal 1995 al 1999 della Commissione Ministeriale per la revisione delle norme del codice di procedura penale. Dal 1996 al 2000 ha svolto
l’incarico di delegato del Ministro della giustizia presso il Comitato di esperti del Consiglio d’Europa che ha preparato La Convenzione internazionale per la lotta alla criminalità nel cyberspace, aperta poialla firma a Budapest il 23/11/2001.
Dal dicembre 2001 svolge l’incarico di cui sopra presso la Commissione di esperti del Consiglio d’Europa (PC-RX)che stanno preparando un Protocollo aggiuntivo alla sopraccitataConvenzione.

3. E autore del volume “Informatica e diritto penale “ed. Giuffrè, 1994 del quale è in preparazione la seconda edizione,ed è coautore del volume “Profili giuridici del commercio elettronico”.ed.Giuffrè, 2001.

 

>   Ci contatti allo 06.32.11.553 per maggiori informazioni o per richiedere un appuntamento, oppure compili il form sottostante:

 

Do you want to be recalled at the phone?

 

Compilando ed inviando il Form si rilascia l’autorizzazione al trattamento dei dati personali, ai sensi dell’Art.13 del D.Lgs 196/2003.

Carlo Sarzana ultima modifica: 2015-05-15T13:07:38+00:00 da Amministratore