Reati informatici Archiviazione

 

L’Avvocato Fulvio Sarzana, dello Studio legale di Roma Sarzana e Associati  è il legale dell’imprenditore indagato per accesso

abusivo a sistema informatico ( art 615 ter cp), diffamazione ( 595 cp) e stalking ( art 612 bis cp) che è stato oggetto di un provvedimento di archiviazione ad opera del GIP di Catania. ANCHE in Italia è possibile introdursi in un sistema informatico di un’azienda per denunciare bug pericolosi per i consumatori e non venire, per questo, necessariamente condannati. Dal gip di Catania arriva infatti uno dei primissimi segnali a favore dell’attività di hacking etico. Il giudice ha disposto l’archiviazione per G.I., per una vicenda del 2017. L’indagato aveva trovato alcune vulnerabilità in un’app (Beentouch) e le aveva segnalate al produttore, che nello stesso giorno rilevava – a suo dire – un “hackeraggio” del sistema informatico. G.I., dopo aver aspettato invano per un mese una risposta, divulga online le vulnerabilità, “a tutela dei consumatori” (si legge nel decreto di archiviazione). Attività che secondo il giudice rientra nella “divulgazione responsabile” e quindi non può essere censurata. Archivia così la querela fatta sia per diffamazione sia per accesso abusivo a sistema informatico, notando anche che si tratta di legittimo esercizio del diritto di critica.

 

https://www.repubblica.it/tecnologia/sicurezza/2019/09/16/news/niente_processo_per_l_hacker_etico_il_gip_archivia_e_stata_divulgazione_responsabile_-236183262/

 

 

 

 

 

 

WeeJay