I reati informatici

I Reati informatici

L’avvocato Fulvio Sarzana di S. Ippolito sarà ospite dei programmi RAI   in onda mercoledì 11 dicembre 2019, dalle 10 alle 11.

Sarzana affronterà, attraverso casi concreti, le nuove frodi compiute attraverso l’abuso da parte di malviventi dei sistemi di autenticazione forte per l’accesso ai servizi bancari e di pagamento predisposti dagli istituti bancari.

Verranno analizzati i nuovi casi di phishing e gli strumenti di difesa che possono essere adottati dai consumatori.

I reati informatici

 Accesso abusivo a un sistema informatico o telematico

L’articolo 640 ter del codice penale rende perseguibili l’accesso abusivo a un sistema informatico o telematico protetto da misure di sicurezza, nonché il mantenimento in esso contro la volontà espressa o tacita di chi ne ha diritto.

In questa categoria rientrano, ad esempio, gli accessi abusivi ai social network o account di e-banking mediante le credenziali del proprietario dell’account ma, ovviamente, a sua insaputa. Da notare che il reato è commesso quando si esegue l’accesso, indipendentemente dalle azioni successive, che possono comportare l’infrazione di altre norme e, di conseguenza, altri reati informatici.

 

2) Detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici o telematici

Commette un reato informatico di questo tipo “chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto o di arrecare ad altri un danno, abusivamente si procura, riproduce, diffonde, comunica o consegna codici, parole chiave o altri mezzi idonei all’accesso a un sistema informatico o telematico, protetto da misure di sicurezza, o comunque fornisce indicazioni o istruzioni idonee al predetto scopo”.

3) Diffusione di programmi diretti a danneggiare o interrompere un sistema informatico

 la legge punisce “chiunque diffonde, comunica o consegna un programma informatico da lui stesso o da altri redatto, avente per scopo o per effetto il danneggiamento di un sistema informatico o telematico, dei dati o dei programmi in esso contenuti o a esso pertinenti, ovvero l’interruzione, totale o parziale, o l’alterazione del suo funzionamento”.

5) Intercettazione, impedimento o interruzione illecita di comunicazioni informatiche o telematiche

In base a questa norma viene punito “chiunque fraudolentemente intercetta comunicazioni relative a un sistema informatico o telematico o intercorrenti tra più sistemi, ovvero le impedisce o le interrompe”. 

Tutela dell’utente

Appuntamento  su https://www.raiplay.it/programmi/mimandaraitre/

 

 

  

Call Now ButtonCHIAMA ORA!
WeeJay