Privacy trattamento illecito dei dati personali

Fulvio Sarzana, dello studio legale di Roma, Sarzana e Associati, esprime dubbi sulla bozza di decreto legislativo di recepimento del GDPR

in una intervista al Fatto quotidiano cartaceo nell’edizione del 7 aprile 2018.

Sarzana ricorda i dubbi del garante Europeo Buttarelli.

Il Garante Europeo si riferisce ad esempio al fatto che il governo, in aperto contrasto con quanto previsto dalla legge delega, ha deciso di depenalizzare il trattamento illecito di dati. Così i casi più gravi di violazione dei dati personali compiuti, ad esempio da multinazionali o anche istituzioni estere, sono di fatto eliminati. E, a quanto sembra dalle critiche svolte da molti esperti del settore, la depenalizzazione appare essere solo una delle scelte adottate dal governo, per usare le parole di Buttarelli, che sarebbero “non conformi né alla legge delega né al regolamento comunitario”.

Altri gravi dubbi sono nati sulla necessità di abrogare di peso il Codice privacy, che ci aveva posto all’avanguardia in Europa, e sul trasferimento all’interno dello schema normativo di articoli  tratti da un diverso testo normativo (la direttiva e-privacy) che sono completamente fuori delega e non c’entrano alcunché con il GDPR.

I dubbi riguardano anche i ritardi con i quali il Governo ha deciso di mettere mano al recepimento del regolamento Europeo sulla privacy

Call Now ButtonCHIAMA ORA!
WeeJay