Corte Ue, è la rivoluzione della privacy: ecco cosa cambia

Il terremoto può essere anche più ampio di quanto sembri in prima battuta.

Spiega l’avvocato Fulvio Sarzana, esperto di privacy digitale, “ora quattromila aziende straniere che trattano i dati di cittadini europei con il regime del safe harbor – da Facebook a Google a Booking – dovranno rivedere tutti i propri sistemi, per evitare il trasferimento dei dati negli Usa. Ma non c’è solo questo: la decisione della Corte di Giustizia impatta anche sulle questioni di sicurezza internazionale per l’anti-terrorismo. Il regime di safe harbor – che la Corte ha appena sconfessato – permette anche alle agenzie di sicurezza Usa di ricevere i dati dei cittadini europei che prendono un aereo, per controllare la presenza di eventuali terroristi. Adesso le agenzie di viaggio e le compagnie aeree europee potrebbero non essere più obbligate a farlo”, aggiunge.

 

La Repubblica

Lascia un commento

Call Now ButtonCHIAMA ORA!
WeeJay