wi max: Friuli, veneto, emilia, marche terminate

wi max: Friuli, veneto, emilia, marche terminate

Settima Giornata Wi Max: superato il “muro” dei 10 MLN di Euro in Lombardia. Friuli, Veneto Emilia Romagna e Marche Aggiudicano, le incertezze di Telecom Italia, AFT si sposta sulle Regioni, Ariadsl rilancia. di Sarzana e Associati www.lidis.it Roma, 22 Febbraio 2008. Ore 17 e 40 Si è svolta oggi la settima giornata della gara Wimax: dopo i ritiri clamorosi dei giorni scorsi ( Fastweb e Mediaset) la tornata ha visto riproporsi la lotta tra gli Operatori rimasti in Gara, in particolare sono da segnalare i rilanci “importanti” di Ariadsl e lo spostamento della concorrente diretta AFT nelle licenze regionali laddove la battaglia tra EVIA e Ariadsl non le consentiva di proseguire la corsa. Il Ministero delle comunicazioni ha evidentemente deciso di accelerare i tempi della gara, che appare dilungarsi più di quanto si potesse pensare all’inizio, facendo svolgere quattro tornate nella sola mattinata e tre nel pomeriggio. Protagonista in prima mattinata appare la società AFT ( Linkem, ex Megabeam) che “sfonda” per la prima volta il muro dei 10 milioni di Euro nella macroregione Lombardia-Trento-Bolzano, risultando a metà mattinata prima nel diritto A con l’offerta di 10 milioni e 40 mila euro, affiancata da Evia ( Retelit), che primeggia nel diritto B con l’ offerta a 8 milioni e 680 mila euro, offerta quest’ultima che rimarrà al termine della giornata . Nel Pomeriggo AriaADSL rilancia però “pesantemente” offrendo 11 milioni di Euro per la licenza A della MacroArea e terminando la giornata in testa Telecom Italia appare invece in un momento di flessione, e decide di ritirarsi dalla gara nella zona 3 (Friuli-Venezia-Giulia, Veneto, Emilia-Romagna, Marche), dopo aver esercitato tutti i diritti di pausa a sua disposizione ed essersi ritirata ieri dalla Macroregione Lombardia. Terminata la fase dei miglioramenti competitivi ( e terminata dunque la Gara) nella Macroregione 3 (Friuli-Venezia-Giulia, Veneto, Emilia-Romagna, Marche) con la vittoria di Ariadsl che mette sul piatto 7 milioni 520 mila euro, di EVIA nel diritto B con 6 milioni 880 mila euro mentre ottiene anche un ottimo risultato il Consorzio Assomax, composto da un Consorzio di piccole e medie imprese e che si “batte” coraggiosamente con altri Operatori nelle diverse zone regionali e che si porta a casa il Friuli Venezia Giulia con “ appena” 680000 Euro . I singoli diritti regionali della macroarea assegnata vedono la vittoria di AFT in Veneto con 2 MLN 835 mila euro, di Infracom in Emilia Romagna con 2 MLN 115 mila euro e di City Carrier nelle Marche con 1 MLN 120 mila euro. La società AFT, non potendo “resistere” alla battaglia suon di milioni tra Ariadsl e EVIA né alla forza di Telecom Italia che rimane in testa in tutte le macroregioni rimanenti ( tranne che in Sicilia) con un inversione di strategia rispetto ai giorni precedenti decide di effettuare offerte importanti nei singoli diritti regionali della zona 5 (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria) collocandosi in testa in tutti i diritti . In Area 2 (Valle d’Aosta-Piemonte-Liguria-Toscana) solito Duello tra Ariadsl, che termina in testa con 9 mln nel diritto A e telecom Italia con 7 MLN e 400 mila Euro nel Diritto B.

Call Now ButtonCHIAMA ORA!
WeeJay